Alla scoperta del blog del Cloudflare

Cloudflare è una delle più grandi reti più grandi al mondo che operano su Internet. La sua mission è aumentare la sicurezza e le prestazioni di servizi e siti Web. 

Cloudflare, infatti, garantisce l’affidabilità delle risorse rivolte verso l’esterno come siti Web, API e applicazioni; protegge le risorse interne come applicazioni protette da firewall, team e dispositivi; e permette di sviluppare applicazioni scalabili a livello globale.

Circa 25 milioni di proprietà Internet sono su Cloudflare, su una rete che cresce di decine di migliaia ogni giorno. Cloudflare guida le richieste Internet per il 19% di Fortune 1000 (le 1.000 più grandi imprese societarie statunitensi) e in media gestisce 25 milioni di richieste HTTP al secondo.

Come funziona Cloudflare

Agli albori di Internet, quando si caricava un sito Web, la richiesta andava dal proprio computer a un server, che poi restituiva la pagina Web richiesta. Se arrivavano troppe richieste contemporaneamente, quel server poteva essere sovraccaricato e bloccarsi, non rispondendo a chi provava ad accedere alle risorse che ospitava. Ciò rendeva difficile per i proprietari di proprietà Internet fornire contenuti veloci, sicuri e affidabili. 

Cloudflare è nato per risolvere questo impasse e fornire agli utenti le risorse per rendere i loro siti, App e blog sicuri e performanti. Ciò avviene tramite l’uso di una potente rete che fornisce contenuti e servizi il più vicino possibile all’utente in modo da ottenere rapidamente le informazioni richieste.

La rete Cloudflare può raggiungere il 95% della popolazione mondiale entro 50 ms. Ha sistemato i suoi datacenter, infatti, in più di 250 città in tutto il mondo, compresa la Cina Continentale.

Cloudflare fornisce anche sicurezza proteggendo le proprietà Internet da attività dannose come attacchi DDoS, bot dannosi e altre intrusioni illecite. Consente inoltre ai proprietari di siti Web di inserire facilmente applicazioni nei loro siti senza che siano necessarie competenze da sviluppatore. Ancora, agli sviluppatori invece, consentono di eseguire codice Javascript nella sua rete, in modo che possa avvicinarsi il più possibile agli utenti, eliminando ritardi e migliorando l’esperienza utente. 

Il blog di Cloudflare, una risorsa utile

Sul blog di Cloudflare si possono trovare novità sui prodotti e approfondimenti su aspetti legati alla sicurezza. In occasione della Giornata della Privacy ad esempio, è stato pubblicato un post molto interessante, dal titolo: “Come costruire una rete globale che sia conforme alle normative locali”.

l’importante di un cloud e di una buona sicurezza su un sito web è stata ribadita anche dallo stesso Gianluca Crecco nel proprio blog. In qualità di società dedicata alla sicurezza, Cloudflare sa che mantenere il controllo sull’accesso alle sue reti è un imperativo assoluto. Ecco perché il suo team di sicurezza si è concentrato sul controllo, la registrazione e il monitoraggio degli accessi, e viene sottoposto ogni anno a diverse valutazioni da parte di soggetti terzi. Cloudflare ritiene che una crittografia efficace, sia per i contenuti che per i metadati, sia un elemento indispensabile per la privacy online. Se un Paese sta cercando di impedire a un servizio di intelligence esterno di accedere alle informazioni personali dei suoi cittadini, il primo passo che deve intraprendere è crittografare tali informazioni personali. Ma i clienti e le autorità di regolamentazione devono anche essere sicuri che la stessa crittografia sia affidabile.